Martina

Leggi l'articolo

Non sono mai stato un ragazzo molto sociale quei pochi amici che ho si possono contare sul le dita di una mano e per non parlare delle relazioni sentimentali una vera frana.

Passavo molte ore al pc quel mondo virtuale mi dava l’opportunità do fare molte conoscenze che magari nella “vita reale” non facevo, fu cosi che mi iscrissi al sito Incontriamoci su quale conobbi Martina era una ragazza semplice non era particolarmente belle ma aveva un qualcosa che mi incuriosiva forse quel suo lato da maestrina sembrava sapere tutto quel quell’aria un po’ da nerd.

Ci siamo scritti per un paio di giorni parlando della propria vita e cosa apparentemente normali fin quando decisi di spingermi un po’ più nell’intimo arrivando ad argomenti più focosi, lei all’inizio non si scopri molto ma alla fine scherzandoci sopra inizio ad aprirsi raccontandomi di essere stata con ben tre uomini contemporaneamente, nulla contro di lei ma non mi sarei mai aspettato una cosa del genere da parte sua non dava per niente l’ida di essere una ragazza cosi spinta.

Iniziai ad essere sempre più incuriosito dal suo racconto la lascia raccontarsi cercando di tenere a bada la mia eccitazione, da quella rimasi particolarmente colpito da Martina che qualche giorno dopo le chiesi di incontrarci in un locale.

E fu così che un venerdì sera in un locale di Milano conobbi di persona Martina, era molto simpatica e sorridente passammo un piacevole serata e quando uscimmo dal locale lei stava per andare via quando tentai la sorte invitandola a fare un giro in macchina dicendole che a casa l’avrei accompagnata io.

Lei mi sorrise e con un cenno accettò, inizia a fantasticare su come sarebbe potuta terminare la serata ma in quel momento non era il caso, misi da parte certe fantasie non volevo dare l’idea del depravato morto di figa, salimmo in macchina e inizia a girare per Milano parlando dei proprio hobby e del mio desiderio di girare il mondo.

Osservo Martina che si perde con lo sguardo ad ammirare le mille luci di Milano, in quel momento ho difficolta a capire chi ho a fianco da l’idea di essere la ragazza della porta accanto e in vece mi confida di aver scopato con tre uomini.

Passano un apio d’ore del nostro giro in macchi e senza anche accorgerci ci ritroviamo sotto casa sua scendo dalla macchina con lei per accompagnarla alla porta lei ha un attimo di esitazione si ferma a guardarmi io quel momento non sapevo bene cosa fare finche no mi faccio coraggio e le chiedo “saliamo?” per un primo momento non mi risponde noto la sua difficolta e l’assicuro di non aver pensato a nulla in particolare nulla ci obbliga a fare nulla.

Decisi di spingermi sempre di più dicendole che mi piaceva molto e che mi sarebbe piacito passare più tempo in sua compagnia sembra che le mie parole funzionarono e lei sorrise e mi invito a salire, in quel momento quella mia fantasia iniziava a prendere sempre più forma chiedendomi fino a che punto lei si sarebbe spinta con me.

Entriamo mi fa sedere sul divano offrendomi da bere poco dopo si siede anche lei e iniziammo a parlare di nuovo e dopo qualche istante provai ad allungare la mano per accarezzare la sua gamba lei non sembrava per niente infastidita dalle mie mani anzi le piaceva che ad un tratto guardandomi mi chiese “cosa vorresti farmi?” la sua espressione cambio e la mia mente inizio a fantasticare sempre di più, si avvicina e inizia a baciarmi e Un piacevole intreccio di lingue.

inizia ad infilare le mani sotto la sua maglietta e accarezzarle i piccoli seni, la presi per i fianchi e la portai dritta nella sua camera da letto la spoglio lentamente lei si lasciava andare sempre di più stava provando piacere ed eccitazione iniziai a massaggiarla nell’intimo e lei poco dopo fu bagnata di piacere.

Mi abbandonai tra le sue gambe lei ansimava la stavo facendo godere, immaginarla scopare con tre uomini mi faceva eccitare sempre di più finche non staccai la faccia dalla sua figa e la penetrai con molta passione le feci urlare di piacere che poco dopo le venni sul seno.

Quella sera passò velocemente non mi ero mai sentito cosi complice con una ragazza non fu facile capire quale fosse la chiave per accedere a Martina ci volle anche un po’ di coraggio essendo che era una ragazza da capire ma di sicuro ne era valsa la pena.